venerdì 17 settembre 2010

Vuoti a perdere.......



Syrah: Autunno Inveno.
Nero d' Avola: Carne ai Ferri.
Negramaro: Bacche Appassite (frutti di bosco strani, marmellosi e caramellosi).

Serata del 10/09/10.. per locali (RA).

Quando il Palato parla con la Lingua... il cervello è lì che li ascolta curioso, e gli occhi vedono quei sapori materializzarsi, proprio mentre stai parlando di qualsiasi altra cosa... ecco che il sapore ti sale sù, e lo respiri.. diventa reale, ti distrae e ti accorgi consciamente che i tuoi sensi sono "vuoti a perdere", nessuno li ascolterà apparte te, e forse è abbastanza così... non è che tutti ti possono "capire", anzi, ma va bene così... meglio farsi capire una volta in meno e sapere di essere stati capiti una volta sola quando serve, che farsi capire sempre senza che di te abbiano capito qualcosa.
Ma questa è un' altra storia...
Brindiamoci sù, via :-) !!

5 commenti:

Maraptica ha detto...

Cin cin amio mio! Alla nostra! ;)

Anonimo ha detto...

PROSIT! (ALLA TEDESCA)

Alice and my world ha detto...

"Potrai parlare, puoi scrivere messaggi, ma solo pochi capiranno le sottili analogie tra le altezze più sublimi ed il più profondo baratro" Negazione.
Vaghiamo tra la voglia di comprensione e la nn voglia di essa.

Buon fine settimana io e Alice

Rita ha detto...

Il vuoto che richiama il pieno.
Una legge di compensazione,a volte.
Ciao Mao!

paranhouse-hurt mao ha detto...

X Tutte: ognuno di noi ha dei "sensi" da esprimere, un' arte sottile da buttare sul tavolo come dadi da gioco che però non si fermano mai, così.

alla prossima...