martedì 17 novembre 2009

"S.O.S." (Sole o Stella)


"Dove finisce il giorno.. lì incominci Tu.. perchè nell' oscurità, sei Tu il Sole... che non scalda, non abbaglia, apparentemente non si muove ... ma comunque brucia, e fa luce che può essere vista da lontano, proprio come una Stella, proprio come Tu."
(Non mi riferisco a nessuno, interpretatela se volete, come potete.)

6 commenti:

Maraptica ha detto...

Bella, a prescindere da chi impersonifica il "Tu".... :*

paranhouse-hurt mao ha detto...

X Sarah: quel Tu.. sei Tu, sono io, è lui o lei.. siamo noi oppure voi... chiunque può essere Tu.

Grazie... ciao SarahMaraptica.

Anonimo ha detto...

"...noi piccole Stelle senza cielo (che Ligabue mi perdoni), nascoste dalle tenebre della Vita..."

Vale

paranhouse-hurt mao ha detto...

X Vale: Bella questa, davvero. Liga capirà... ;-)) !!

ciao bacio Vale.

Rita ha detto...

E' bello poter dire ciò ad una persona significativa della nostra vita,significa riconoscerne l'importanza del suo esistere riconoscendogli la non invadenza,che spesso e volentieri è la cosa più antipatica nelle relazioni sociali.
E' quel confine sottile che c'è,o meglio ci dovrebbe essere, fra il rispetto e la libertà per se stessi e quella dell'altro da me.
L'altro che se non è 'distante',ma anzi a me affine,lo sento così in sintonia al mio sentire e quindi alle mie emozioni da essere vicini anche se lontani come un Sole o una Stella lassù nel cielo.

Anonimo ha detto...

bella questa! bravo mao. elettra