domenica 18 marzo 2012

Le cose che non si possono dire alla propria Musa.



.. era arrabbiato, combattuto dal volerle dire cose.. di quelle che poi si sarebbe pentito di aver detto o di quelle che si sarebbe pentito di non averle detto, così rimase a guardarla mentre lei cercava di costringerlo col pensiero a schiudere le sue labbra, fissandole intensamente, confidando in qualcosa di simile alla telecinesi, ma a lui proprio non gli riusciva di scollare un labbro dall' altro..

.. poi l' istinto, colorato di una passione infinita per quella donna, lo fece muovere.. perchè lui, nel suo profondo sapeva, sapeva che niente nella vita avrebbe avuto un sapore migliore della sua pelle, e l' inutilità del mondo non sarebbe mai stata altrettanto appagante come quel respiro vicino al proprio orecchio...

.. la prese tra le sue mani.. la baciò per dirle tutto quello che doveva, nel bene e nel male.. in quel bacio c' èra tutto...

.. lei ascoltò quelle sue parole invisibili, e le sciolse sul suo viso, in quei pochi centimentri di pelle ricoperti delle sue labbra...

.. era arrabbiato, lo sarebbe stato per sempre... arrabbiato, con l' unica donna che avrebbe amato per sempre...

.. ma l' avrebbe amata...

2 commenti:

Maraptica ha detto...

L'amore e la rabbia sono due sentimenti così simili a volte... :) Ciao Mao

paranhouse-hurt mao ha detto...

X Sarah: .. così simili che si baciassero... si amerebbero arrabiatevolmente :-) !!

ciao SarahMarampica...