martedì 3 giugno 2008

03/06/2008.......

Questo post non ha bisogno di un supporto fotografico,sono passati 8 anni oggi....ed è ancora tutto così assurdo!!....ho fatto di una frase detta da una persona "la vita va avanti..."uno stimolo duro da affrontre spesso contro voglia,visto ke la persona in questione non sapeva di dover "andare" senza il tempo di salutarci...di farsi salutare come si conviene....e questo mi fa terribilmente infuriare,perchè il destino non perdona,ne Lei ne Noi ke ci siamo ancora. Quando mi fermo a pensare....mi sembra di non sentire più l'aria sulla faccia ma...la sento sulla schiena,sul collo e la nuca,sui polpacci spingermi avanti come se volesse dirmi appunto "vai!...vai avanti dunque!!...",ma io non ci riesco,punto i piedi a terra e da li non me ne vado,voglio ancora continuare a piangere x Lei....con Lei!!!...........mi manca tutto di Lei,il suo sorriso,la sua risata,i suoi rimproveri,il suo profumo,le sue guance da sbaciucchiare e mordere,il suo amore distaccato di ki ti vuol far crescere,mi mancano le sue mani,la sua faccia appena sveglia,la sua voce,il suo compleanno e gli anniversari di nozze,mi manca la sua guida(dell'auto)a volte un pò buffa...ma era troppo tenera!!!...mi manca il suo sguardo serio e quello stupito da ragazzina quando gli facevi una sorpresa,mi manca la sua testardaggine e la sua ingenuità,mi manca la sua sofferenza.......perchè ora non la possiamo più condividere...........................................voglio ancora piangere x Lei......con Lei!!!.....
L'ultima frase gliela scrivo direttamente........

"Ti voglio un bene infito....ovunque tu sia!!!.....ciao Ma!!"....

2 commenti:

Anonimo ha detto...

a volte sdraiata sul mio letto, cado ad occhi aperti in un sonno senza sonno,...al buio appoggiata al suo braccio seguo i contorni della luce della sigaretta, chiedendomi cosa disegnerà oggi e... improvvisamente mi ritrovo a volare tra le sue braccia come un gabbiano, di quelli che vedevo planare sulla mia testa stretta stretta alla sua gamba(il posto più sicuro al mondo), e che Lui mi diceva di non temere... mi giro e sento qualcosa di umido sul viso e torno alla mia vita, alla realtà senza Lui, ma...sono sicura dall'alto segue i miei passi..

Valentina

MIO ha detto...

io devo molto a tua madre e non smetterò mai di ricordarla e amarla, come un figlio, mi ricodro le mangiate a casa vostra, le risate fatte, le raccomandazioni che ci faceva ogni volta che uscivamo,i sorrisi che regalava, la voglia di vivere che si sprigionava dal suo volto...
per poi non parlare di quello che avrei perso se lei non mi avesse fatto capire quanto piccolo e stupido ero.
mao anche se non ne parliamo mai, son sicuro che tua madre ci osserva e fra le risate che si fà (per le cazzate che ancora combiniamo ) è fiera dell'uomo che sei diventato.MIO